|||
Elettromeccanica Enrico Bezzi - Commissione interna e Consiglio di fabbrica

Elettromeccanica Enrico Bezzi - Commissione interna e Consiglio di fabbrica (s.d.)

11 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Archivio

Storia archivistica:

Il fondo, versato nel 1983, consta di 11 fascicoli che si riferiscono agli anni 1950-1981. Si tratta di documentazione quantitativamente non ricca relativa all’attività della Commissione interna e del Consiglio di fabbrica. Significativa è invece la raccolta documentaria sulle procedure di fallimento dell’azienda (1977-1980). Si segnala la presenza di un fascicolo personale di Giovanni Mantegazza, operaio della Bezzi dal 1945 al 1952, che raccoglie buste paga, promemoria manoscritti e un dossier relativo al suo licenziamento avvenuto nel 1952 (fasc. 11).

La società per azioni Elettromeccanica Enrico Bezzi nasce nel 1939 indirizzando la propria attività soprattutto nella costruzione di macchine rotanti (motori elettrici) e di reattori per illuminazione al neon. Nel 1942 incorpora la Società anonima Immobiliare Besandra, proprietaria degli immobili e dei terreni dove sorgeva lo stabilimento di Gorgonzola (MI). Nel 1967 inizia la produzione di piccoli motori e, negli anni ‘70, quella di medi e grossi motori (macchine rotanti speciali per aeronautica e siderurgia, convertitori di corrente, ecc.). A metà degli anni ’70 inizia la crisi dell’azienda – dovuta principalmente a difficoltà nel settore dei reattori – e con essa le prime richieste di Cig speciale. Nel 1978 l’azienda chiede l’amministrazione controllata e, successivamente, il fallimento (fascc. 5-10).

Soggetti conservatori

Progetti