|||
Ilva - Consiglio di fabbrica

Ilva - Consiglio di fabbrica (s.d.)

40 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Archivio

Storia archivistica:

L’archivio del Consiglio di fabbrica dell’Ilva, versato nel 1992, è costituito di 40 fascicoli, prevalentemente degli anni ’70. Il fondo si trovava in 27 classificatori tematici, già abbastanza ordinati e di cui alcuni presentavano una raccolta miscellanea. Sono state individuate 5 partizioni nelle quali suddividere la documentazione:
1. Attività del Consiglio di fabbrica
2. Accordi
3. Direzione
4. Enti assistenziali e attività ricreative
5. Rapporti con organizzazioni sindacali e stampa.

La storia dell’Ilva è molto complessa: la denominazione Ilva viene infatti utilizzata dal 1 gennaio 1989 in sostituzione di Finsider nella gestione delle partecipazioni siderurgiche dell’Iri nel sistema bancario. Nel fondo sono presenti carte della Breda siderurgica, della Nuova Sias, della Nuova Deltasider, tutte denominazioni assunte nel corso del tempo. Ripercorrendo brevemente la storia delle diverse società si possono sottolineare alcuni passaggi: nel 1959 la Breda siderurgica passa alla Finsider, nel 1961 dalla fusione tra Ilva (nata nel 1947 come Pa. Ge. Im.: Partecipazioni e gestioni immobiliari) con la Cornigliano nasce l’Italsider, che nel 1981 si scorpora in Nuova Italsider e Acciaierie Piombino (o Deltasider). Nel 1987 la Deltasider passa le proprie attività alla Nuova Deltasider, messa in liquidazione nel maggio 1988. In seguito alla riunione del 31 ottobre 1993 anche l’Ilva, dopo la costituzione dell’Ilva Laminati Piani e dell’Acciai speciali Terni, viene messa in liquidazione.

Soggetti conservatori

Progetti

Compilatori

  • Inserimento dati: Primo Ferrari (Archivista) - Data intervento: 26 giugno 2013