|||
Fondazione Arrigo Boito

Fondazione Arrigo Boito (1871 agosto 6 - 2004 dicembre 31)

683 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Fondo

Metri lineari: 4.0

Consistenza archivistica: fascc. 664 conservati in bb. 30; regg. 10; voll. 9

Documenti prodotti e acquisiti dalla Fondazione Arrigo Boito.
I materiali riguardano l'istituzione della Fondazione, l'elaborazione dello Statuto e del Regolamento, il patrimonio, l'amministrazione, la gestione, la contabilità, le entrate (costituite dai ricavi dei diritti d'autore di Arrigo Boito e dalla rendita di titoli diversi), le uscite. Una parte consistente dei documenti riguarda, invece, l'attività principale della Fondazione, ossia l'assistenza ai musicisti tramite l'erogazione di sussidi.
Il titolario per la classificazione dei documenti è pertanto articolato come segue:
1. ORIGINE E DOTAZIONE
2. AMMINISTRAZIONE
3. ECONOMATO
4. ATTIVITÀ
5. PASSIVITÀ
6. SUSSIDI
7. REPERTORII DEGLI ATTI
8. REGISTRI DI PROTOCOLLO
9. RUBRICHE
Ogni fascicolo riporta sulle carpette prestampate:
− intestazione
− numero (è il numero progressivo di fascicolo, che parte da 1 ogni anno, riportato sul registro di protocollo)
− data di presentazione (è la data di registrazione del fascicolo)
− esibente
− oggetto
− allegati (è l'elenco numerato dei documenti conservati nel fascicolo)
− classificazione d'archivio
I registri di protocollo della corrispondenza della Fondazione Giuseppe Verdi, utilizzati a partire dal 1972, conservati nella sezione di archivio di deposito della Casa di Riposo per Musicisti, erano utilizzati anche per la registrazione di alcuni documenti in entrata e in uscita della Fondazione Arrigo Boito.
Alcuni documenti prodotti e acquisiti dalla Fondazione Arrigo Boito sono conservati anche in alcuni fascicoli facenti parte del Protocollo Generale e del Protocollo di Beneficenza.
Nei casi in cui vi siano fascicoli vuoti, negli estremi cronologici è stata riportata la data di registrazione.

Storia archivistica:

Nonostante la Fondazione sia nata nel 1925, essa avvia effettivamente la propria attività nel 1928, anno a partire dal quale sono prodotti e acquisiti la maggioranza dei documenti. I documenti della Fondazione Arrigo Boito, un ente che ha integrato dal 1928 al 2003 l’opera di Casa Verdi, sono relativi all’erogazione di sussidi straordinari a musicisti bisognosi.
La maggior parte dei documenti della Fondazione Arrigo Boito, era collocato in un locale sotterraneo adibito alla conservazione della sezione di deposito dell’archivio, mentre alcuni fascicoli e registri sono stati reperiti in altri locali.
I fascicoli erano classificati secondo il seguente schema fondamentale:
- ORIGINE E DOTAZIONE
- AMMINISTRAZIONE
- ECONOMATO
- ATTIVITÀ
- PASSIVITÀ
- SUSSIDI
I suddetti titoli erano ulteriormente articolati in varie voci.
Si registrava ciascun documento annotando il numero di fascicolo (protocollo), il numero progressivo di documento a partire da 1 (allegato), la data di registrazione del documento (data di presentazione).
Talvolta diversi documenti riportano lo stesso numero di allegato.
La classificazione d’archivio non è più riportata nei registri di protocollo né sui fascicoli grosso modo a partire dalla seconda metà degli anni Cinquanta del Novecento.
In alcune serie le carpette dei fascicoli non contengono alcun documento, né sul recto nell’elenco degli allegati ne è indicata la presenza. In taluni fascicoli vuoti, infatti, sono state utilizzate le sole carpette all’interno delle quali erano riportate annotazioni diverse. In altri casi i fascicoli non contengono alcun documento nonostante sulla carpetta ne sia indicata la presenza originaria (solitamente vi sono delle note relative al prelievo di tali materiali).
In un primo momento per l’archivio della Fondazione sono stati utilizzati dei prestampati della Casa di Riposo per Musicisti sopra i quali è impresso un timbro recante la dicitura “Fondazione Arrigo Boito”.
Negli anni i fascicoli hanno subito alcune operazioni di riordino.
I documenti della Fondazione si trovavano per lo più conservati in un locale sotterraneo della Casa destinato all’archivio.
La maggior parte dei fascicoli classificati ORIGINE E DOTAZIONE, AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA, ATTIVITÀ, PASSIVITÀ sono stati reperiti in buste numerate 1 – 12.
I fascicoli personali di richiedenti sussidio erano conservati per lo più in appositi contenitori.
Altri fascicoli e registri erano raccolti in buste miscellanee o frammisti ai documenti della Casa di Riposo per Musicisti – Fondazione Giuseppe Verdi.
I documenti sono stati pertanto ridisposti secondo lo schema di classificazione originario, talora incrementato di alcune voci in seguito alle operazioni di riordino. Infine, all’interno di ciascuna ripartizione del titolario i fascicoli sono stati riordinati secondo il criterio originario (ossia in base al numero progressivo di fascicolo).

Codici identificativi:

  • MIBA01EF38 (PLAIN) | Annotazioni: Verificato il 18/10/2013

Soggetti conservatori

Soggetti produttori

Progetti

Compilatori

  • Rocco Marzulli (archivista)