|||
Comizio agrario di Pavia

Comizio agrario di Pavia (1883 - 1917)

21 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Fondo

Consistenza archivistica: 21 unità archivistiche

Le carte del Comizio agrario qui riunite non costituiscono evidentemente l'archivio completo del Comizio agrario. Si trova qui una parte di corrispondenza, le carte relative al concorso a premi bandito dal Comizio e rivolto agli insegnanti della scuola elementare per incentivare l'insegnamento agrario già nella scuola primaria in modo da diffondere l'agronomia tra la popolazione rurale, due fascicoli relativi al Consorzio di previdenza (v. sotto 1)*, gli atti relativi ai provvedimenti di modificazione dei contratti agrari, la documentazione relativa alla "Biblioteca agraria circolante".

  • In seno al Comizio agrario di Pavia venne istituito, con deliberazione del Consiglio di direzione del Comizio del 9 febbraio 1895, un Consorzio di previdenza "a favore dei poveri ma onesti agricoltori, e la concessione quindi di alcuni sussidi da accordarsi in questo anno a sollievo degli agricoltori suddetti che fossero stati colpiti da straordinario disastro". Ogni domanda di sussidio doveva essere rivolta al Comizio attraverso le autorità comunali, le quali dovevano verificare la veridicità dell'esposto, accompagnando la richiesta anche con il voto delle rispettive Congregazioni di Carità. Il Comitato di previdenza venne creato utilizzando i fondi già a disposizione del cessato "Comitato di soccorso ai danneggiati dalle inondazioni del 1879". Per questi fondi vi fu una vertenza per il recupero degli interessi tra il Comizio agrario e la Banca popolare di Pavia: in seguito alla risoluzione della vertenza il residuo fondo venne retrocesso al Comizio agrario di Pavia con istrumento 11 gennaio 1890 a rogito del notaio di Pavia Giovanni Parona.

Storia archivistica:

La documentazione relativa al Comizio agrario di Pavia è stata trovata insieme a quella della Camera di commercio e si presentava per la maggior parte fascicolata per argomento. Gli atti venivano protocollati con una numerazione diversa da quella degli atti della Camera di commercio. Si sono mantenuti i fascicoli originali.

Codici identificativi:

  • MIBA01F1CE (PLAIN) | Annotazioni: Verificato il 18/10/2013

Soggetti conservatori

Soggetti produttori

Progetti