|||
OM Fiat - Commissione interna e Consiglio di fabbrica

OM Fiat - Commissione interna e Consiglio di fabbrica (s.d.)

145 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Archivio

Storia archivistica:

Il fondo della Commissione interna e del Consiglio di fabbrica dell’OM Fiat di via Pompeo Leoni a Milano (1946-1994) è stato recuperato nei locali del Consiglio di fabbrica in due successivi momenti, nel 1991 e nel 1993. Si tratta di 145 fascicoli, in origine collocati in scatoloni e in raccoglitori ad anelli: le carte si presentavano in modo disorganico e abbastanza disordinato, con grande quantità di materiale a stampa raccolto per autodocumentazione, spesso aggregato senza organicità e in fotocopia. Alcuni fascicoli (in modica quantità) possedevano camicie originali ed erano tematici (150 ore, Comitato ambiente, tabelle dei cottimi).
L’esame delle carte ha permesso di predisporre uno schema di classificazione articolato in 7 partizioni (alcune delle quali ulteriormente suddivise), alle quali è stata ricondotta tutta la documentazione:
1. Commissione interna
2. Consiglio di fabbrica
3. Coordinamento
4. Accordi aziendali
5. Direzione aziendale
6. Enti assistenziali e attività ricreative
7. Rapporti con organizzazioni sindacali.

La Società officine anonime nasce nel 1899 dalla fusione tra Grondona, Comi e C. e Costruzioni meccaniche Miani & Silvestri, diventando la seconda società per importanza, dopo la Ernesto Breda, nel settore della produzione di materiale ferroviario. Nel 1917 la società incorpora la ditta Ing. Roberto Zust, con uno stabilimento a Brescia (produzione di macchine utensili e di piroscafi a vapore). Dal 1926 al 1937 lo stabilimento di Brescia è scorporato e attribuito alla nuova Società fabbrica bresciana automobili OM. Nel 1937 nasce quindi la OM Fiat con 3 stabilimenti: Milano (settore ferroviario), Brescia (autocarri), Suzzarra (macchine per l’agricoltura). Dopo la II guerra mondiale, la OM abbandona gradualmente la produzione di trattori, motori marini, carrelli elevatori e dipende sempre più dalla Fiat, società nella quale è inglobata nel 1967. Nel 1977 il marchio OM è assorbito nella holding internazionale I.VE. CO. (International Vehicles Corporation): lo stabilimento di via Pompeo Leoni diventa un’officina di solo assemblaggio, specializzata in ponti assali per camion e veicoli da trasporto. Nel 1994 lo stabilimento viene chiuso.

Soggetti conservatori

Progetti

Compilatori

  • Revisione: Primo Ferrari (Archivista) - Data intervento: 03 luglio 2013