|||
Philips di Monza - Consiglio di fabbrica

Philips di Monza - Consiglio di fabbrica (s.d.)

19 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Archivio

Storia archivistica:

L’archivio del Consiglio di fabbrica della Philips Monza è stato recuperato nei locali dell’organismo sindacale aziendale, tramite alcune delegate, il 9 settembre 1997, anno in cui l’azienda è stata chiusa. Il fondo, che consta di 19 fascicoli, era collocato, oltre che in 3 cartellette, in 17 classificatori ad anelli, tematici. Il contenuto dei classificatori corrispondeva all’indicazione presente sui dorsi nella quasi totalità dei casi.
Dall’analisi della documentazione è stato possibile ricondurre le carte a 5 partizioni:
1. Consiglio di fabbrica
1.1 Commissione mensa
2. Accordi
3. Direzione aziendale
4. Rapporti con organizzazioni sindacali
5. Chiusura dello stabilimento di Monza.

Nel 1919, con la vendita di lampade elettriche, la Philips inizia la sua attività in Italia e nel 1936 acquista dalla Zenith la fabbrica di Monza. Nel 1969 si costituisce tra il gruppo Philips e il gruppo Borghi la I.R.E. (Industrie riunite eurodomestici) che acquisisce tutte le attività industriali della Ignis nel settore degli elettrodomestici. Nel 1977 la Philips Spa rileva l’intera attività della I.R.E. in Italia. Nel corso degli anni ‘80 e ’90 la Philips ha conferito a settori della società particolari produzioni, come le trasmissioni, le attività di commercializzazione di apparecchiature medicali, l’automazione industriale, l’illuminazione, l’elaborazione elettronica dei dati.
Nel 1997 la Direzione Philips chiude lo stabilimento di Monza che occupava 630 lavoratori (1).

Soggetti conservatori

Progetti

Compilatori

  • Revisione: Primo Ferrari (Archivista) - Data intervento: 03 luglio 2013