Compagnone, Luigi ( Napoli, 1915 settembre 1 - Napoli, 1998 gennaio 30 )

Tipologia: Persona

Codici identificativi

  • MIDC0007DC (PLAIN) [Verificato il 22/10/2013]

Profilo storico / Biografia

Nasce a Napoli, dove compie gli studi e inizia un’intensa attività giornalistica ed è collaboratore di trasmissioni radiofoniche e caposervizio del telegiornale per la RAI di Napoli. Nel 1945, insieme ad altri giovani intellettuali napoletani, fra cui Pasquale Prunas, Domenico Rea, Samy Fayad, Francesco Rosi, Raffaele La Capria, dà vita alla rivista “Sud”. A quella giornalistica, Compagnone affianca presto la scrittura letteraria, narrativa e poetica. Tra i suoi romanzi: L’onorata morte (1960), L’amara scienza (1965), Capriccio con rovine (1968), Le notti di Glasgow (1970), Città di mare con abitanti (1973), Ballata e morte di un capitano del popolo (1974), Malabolgia (1981), Napoli visionaria (1981), Mater Camorra (1987), Gli assassini della Luna (1994), Totò ovvero il pasticcio napoletano (1994). Tra le raccolte poetiche: La giovinezza reale e l’irreale maturità (1981).
[Cfr. DLI, p. 224]

Funzioni e occupazioni

  • giornalista
  • narratore
  • poeta

Complessi archivistici

Fonti

  • Trotta2014b = Nicoletta Trotta, Catalogo della mostra documentaria "Compagnone, Pomilio, Rea. Autografi, libri, immagini", in Le ragioni del romanzo Mario Pomilio e la vita letteraria a Napoli, pp. 370-435, Studium, 2014

Compilatori

  • Silvia Albesano
  • Aggiornamento scheda: Nicoletta Trotta - Data intervento: 04 agosto 2020