Cordelli, Franco ( 1943 febbraio 20 - )

Tipologia: Persona

Profilo storico / Biografia

Franco Cordelli (Roma, 1943) è narratore di grande qualità, critico teatrale molto autorevole, spesso controcorrente, del “Corriere della Sera”, saggista, e in particolare analista coltissimo e agguerrito del romanzo novecentesco straniero e italiano, per averne “letto tutti i libri” (cfr. le due mappe parallele edite nel 2002 per “Le Lettere”: La religione del romanzo, e Lontano dal romanzo, entrambe attestate dai materiali ora donati al Centro). Ha esordito nel 1973 con il romanzo Procida, giallo a struttura diaristica. Critico militante del Novecento, ha creato manifestazioni culturali organizzando le prime letture pubbliche di poesia, come l’eclatante festival internazionale dei Poeti di Castelporziano dell’estate ’77(su cui cfr. F.C. Il poeta postumo 1978, riproposto dalle “Lettere” nel 2008). Tra le sue opere, si ricordano anche i romanzi (spesso “riscritti”): Le forze in campo (1979), I puri spiriti (1982), Pinkerton (1986), Guerre lontane (1990); e i saggi Partenze eroiche (1980), La democrazia magica (1996). Un suo ritratto a più voci e immagini è la raccolta di materiali critici e biografici Il Cordelli immaginario (a cura di L. Archibugi e A. Cortellessa, 2003).

Complessi archivistici

Compilatori

  • Inserimento dati: Nicoletta Trotta - Data intervento: 29 novembre 2018