|||
Pio luogo di Sant'Ambrogio

Pio luogo di Sant'Ambrogio (1523 - 1850)

115 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Fondo

Storia archivistica:

Gli statuti del 1573 prevedono la tenuta di un archivio relativo alla documentazione prodotta dalla congregazione di Sant’Ambrogio. Tale documentazione è custodita in un locale apposito del quale soltanto il governatore e il procuratore possiedono la chiave(1).

Nulla si può dire sullo sviluppo dell’archivio nel corso del XVII sec. in quanto, pur aumentando notevolmente la produzione di documenti, solo in seguito viene redatto un indice analitico e accurato che comprende la documentazione dal 1528 al 1772, nel quale sono elencate in ordine alfabetico le materie oggetto dei singoli regesti e inoltre, accanto ai regesti in ordine cronologico, viene riportata una collocazione archivistica in cassetti e cartelle, che però non corrisponde più a quella attuale. Quale conseguenza dell’unione del Sant’Ambrogio con l’Istituto elemosiniere di Pavia, viene redatto, nel 1786 un nuovo indice, meno analitico del precedente, che riporta un elenco degli argomenti trattati e regesti in ordine cronologico con relativa collocazione della documentazione in cartelle e plichi numerati progressivamente. Tale ordinamento, che non ha corrispondenza con l’attuale, è di notevole importanza, in quanto vengono inseriti 26 dei 44 registri di pertinenza del Sant’Ambrogio.

Attualmente l’archivio, estremamente impoverito, visto che dalle 75 buste originali si è passati a 35, è riordinato secondo la collocazione data nell’ultimo inventario, datato 1861, che prevede una suddivisione dei documenti in cinque rubriche: origine e dotazione; prerogative e privilegi; amministrazione ed uffici; patrimonio attivo; passività; corrispondenti ad altrettante serie. Nell’ambito del progetto Archidata è stata inoltre inserita la serie 6 “Indici d’archivio” allo scopo di raggruppare i tre inventari sopra descritti di pertinenza della congregazione. Le sei serie comprendono in tutto sedici sottoserie, corrispondenti ad altrettanti titoli tratti dagli inventari del 1786 e del 1861.

1 Cfr. unità 26

Codici identificativi:

  • MIBA002FE0 (PLAIN) | Annotazioni: Verificato il 18/10/2013

Soggetti conservatori

Soggetti produttori

Progetti

Compilatori

  • Roberta Antozio
  • Romano Forlano
  • Angela Gobbi
  • Patrizia Laguzzi
  • Gianna Pasquali
  • Cesira Rossetti
  • Eleonora Tuzzi
  • Lucia Vitto