|||
Scotti Francesco

Scotti Francesco (1928 - 2001)

218 unità archivistiche collegate (totale del complesso)

Fondo

Consistenza archivistica: 218 unità archivistiche in 33 buste

L’archivio di Francesco Scotti riflette sostanzialmente le sue vicende personali e politiche e quindi conserva, in particolare, la sua corrispondenza, sia personale con la moglie Carmen Espanol che politica, i discorsi manoscritti, gli appunti di lavoro, la documentazione raccolta nel corso della sua attività parlamentare (atti parlamentari e relazioni), le fotografie (poche quelle di famiglia, di gran lunga più numerose quelle che ritraggono Scotti impegnato in eventi pubblici di partito o nel corso dei suoi viaggi all’estero), i ritagli stampa.

Storia archivistica:

Nel 1983 Carmen Espanol, moglie di F. Scotti, diede il permesso alla Fondazione Isec (allora Istituto milanese per la storia della Resistenza e del movimento operaio, Isrmo) di riprodurre in fotocopia una cospicua parte dell’archivio del marito.
Successivamente, le carte fotocopiate furono ordinate da Grazia Marcialis e il relativo inventario venne pubblicato sugli “Annali. Studi e strumenti di storia metropolitana milanese”, 1992, n. 1.
Nel febbraio del 2011, il figlio di Francesco, Giuseppe Scotti, versò all’Isec le carte originali del padre.
I documenti e le fotografie erano collocati in buste spesso originali, che sono state conservate, con indicazioni manoscritte sul contenuto dello stesso Scotti o del figlio Giuseppe.
Preliminarmente a qualsiasi intervento di riordino è stato necessario analizzare e collazionare i due versamenti, la parte fotocopiata e quella originale, onde evitare di avere documentazione doppia e al contempo integrare con le fotocopie eventuali documenti originali andati dispersi nei decenni successivi al 1983.
Sostanzialmente, i documenti erano ordinati secondo un criterio cronologico e tematico, ordine che è stato mantenuto durante il lavoro di riordino e descrizione dei fascicoli.
Sulla base della biografia di Scotti e delle sue indicazioni originali abbiamo ritenuto corretto procedere a un ordinamento per serie e sottoserie che tenessero conto delle sue vicende personali e della sua attività politica. Alla luce di quanto appena detto i fascicoli sono stati successivamente ordinati cronologicamente e collocati in cartellette e buste adatte alla conservazione permanente.

Soggetti conservatori

Soggetti produttori

Compilatori

  • Schedatura: Alberto De Cristofaro (Archivista) - Data intervento: 19 dicembre 2017
  • Schedatura: Primo Ferrari (Archivista) - Data intervento: 19 dicembre 2017